CHIESTO LO STATUTO DEL FRONTALIERE: intanto minacce ed insulti alla Polizia

1
648
Statuto del Frontaliere per TicinoResidenTI
Statuto del Frontaliere per TicinoResidenTI

Dopo Invidia la Beghin

Mentre Tiziana Beghin, deputata pentastellata al Parlamento Europeo, si affanna a chiedere uno “Statuto del Frontaliere” e cioè “un documento organico dove le due parti si impegnino ad affrontare e risolvere tutti i problemi dei frontalieri, stabilendo norme minime e rigorose sui diritti dei lavoratori e sulle condizioni delle infrastrutture che utilizzano per recarsi sul posto di lavoro, per dirimere le controversie di tassazione, e per risolvere, una volta per tutte, l’annosa questione delle indennità di disoccupazione“, siamo al secondo licenziamento in pochi giorni per due frontalieri che più che dello Statuto avrebbero bisogno del buonsenso ( e magari dell’accordo fiscale)

 

Frontaliere minaccioso licenziato

Anche il secondo frontaliere reo di avere insultato la nostra Polizia, infatti, è stato licenziato dalla ditta Rapelli dopo che gli agenti l’avevano direttamente prelevato al lavoro per approfondimenti circa le minacce esternate sui social dal lavoratore.

Il post incriminato era balzato agli onori della cronaca per merito del Consigliere Comunale leghista Stefano Tonini che ha espresso rammarico e disagio per questo brutto attacco alla Polizia nei contenuti, a prescindere dall’autore.

Sottolinea Tonini: “Non è bastato il brutto episodio della ragazza italiana che settimana scorsa ha insultato i nostri agenti di Polizia con un video pubblicato da lei stessa su Instagram dopo essere stata giustamente multata per aver parcheggiato la propria auto fuori posteggio (e che per questo è stata licenziata, ndr). Oggi mi segnalano questo post. Ora mi domando: cosa può spingere una persona a scrivere una cosa del genere? Signori, in un momento di così grande tensione politica, tensione terroristica (guardiamo Bruxelles) una persona come può rendere un tale post pubblico? E se lo facesse veramente? E se fosse armato?”

Stefano Tonini a difesa del territorio

Grazie Stefano Tonini da parte dei TicinoResidenTI per l’attenzione e l’attaccamento al territorio con l’auspicio di vederti presto in Gran Consiglio; abbiamo davvero bisogno di giovani volonterosi come te vicini ai Ticinesi e ai lavoratori Ticinesi.

Quello che possiamo anche noi auspicare insieme a Stefano Tonini , come TicinoResidenTI, è che la ditta Rapelli dia magari ora la possibilità ad un residente di distinguersi nella posizione lavorativa vacante, sarebbe un bel gesto e un segnale, un giusto monito per molti.

Stefano Introzzi – Redazione TicinoResidenTI

#TicinoResidenTI #ticinesi  #rapelli #frontalieri #licenziamento #stefanotonini #nicoloinvidia #tizianabeghin

Foto: fonte Google

Firmate quindi tutti la petizione STOP AI RISTORNI

Solo bloccando i ristorni avremo la forza di chiedere di firmare l’Accordo fiscale congelato dal Parlamento italiano. E’ ora davvero di far sentire la nostra voce e mi raccomando, informatevi bene per un voto consapevole nel 2019.
Pubblicità

1 commento