QUANDO NON HAI PIÙ UN LAVORO E REINVENTARSI È L’UNICA SOLUZIONE. CONFIDATECI LE VOSTRE ESPERIENZE.

0
98

L’indipendenza ha un prezzo ed è rischiosa

Quali sono le probabilità di successo per un imprenditore che ha avviato un’attività?
Bisogna sapere che nonostante gli aspetti che motivano l’indipendenza, gli inizi possono essere difficili da un punto di vista finanziario.
Chiunque voglia fare il passo verso l’indipendenza deve essere consapevole della quantità di lavoro che lo aspetta.
Oltretutto la politica e le istituzioni in questo Cantone Ticino non aiutano di certo, basti pensare ai risultati portati dall’esecuzione coi paraocchi della LIA, recentemente scomparsa.

Bisogna aggiungere che vi è pure una discriminazione di trattamento tra coloro che sono iscritti all’URC e percepiscono le indennità di disoccupazione e coloro che non stanno percependo alcuna indennità e non sono iscritti all’ URC.

Per creare la propria impresa, non c’è necessariamente il bisogno di aspettare un’idea completamente pioneristica.

L’opinione più diffusa è che si mette in proprio solo chi ha un “idea brillante”. La realtà però è diversa. Solo una piccola minoranza d’imprese nasce da un’idea nuova o da un’invenzione. La maggior parte delle persone che fonda un’impresa non con idee completamente nuove, ma si cimenta in prodotti o servizi a loro ben conosciuti. Questo si spiega facilmente. Chi ha lavorato con successo per diversi anni in un settore, conosce anche le esigenze e i problemi centrali del mercato. E chi ha fatto particolare attenzione, sa che uno stretto contatto con i clienti costituisce un’importante fonte d’informazione per miglioramenti, innovazione dei prodotti e la ricerca di un mercato di nicchia.

A questo va ad aggiungersi il fatto che chi conosce bene un settore dispone già di una rete di contatti in quell’ambito e conosce personalmente potenziali committenti e fornitori. Nel migliore dei casi, può contare anche su colleghi o manodopera ambiziosi, i quali possono aiutare nello sviluppo della propria azienda.

Procurarsi un capitale iniziale sufficiente è spesso un’impresa difficile

Quando ci si trova a dover finanziare la propria attività, non si dovrebbe intaccare il capitale del secondo pilastro. Ma trovare il capitale necessario è veramente difficile.
A meno che si possa fare affidamento su risorse proprie o ricorrere ai conoscenti.
Se anche i prestiti di famiglia e amici non bastano, bisogna ricorrere a un finanziamento esterno. Le banche concedono crediti a fondatori d’imprese solo se si dispongono di sufficienti garanzie e anche i cosiddetti “business angels”, che contribuiscono all’avvio dell’impresa con capitale di rischio, sono rari in Svizzera.

Raccontateci le vostre esperienze, chissà che non nascano idee e nuove strade utili

A noi di TicinoResidenTI piacerebbe trovare delle soluzioni per tutti coloro che hanno voluto o dovuto scegliere la via dell’autoimprenditorialità e indipendenza. Sarebbe bello poterlo fare unendo le esperienze tra tutti noi.

Pietro Righetti – Redazione TicinoResidenTI

#TicinoResidenTI #pietrorighetti  #lavoroindipendente #reddito #rischioimprenditoriale #aurc #misure

Sottoscrivete la Petizione

Grazie TicinoResidenTI per le più di 100 firme pervenute in soli due giorni a supporto della nostra petizione al Parlamento Ticinese per richiedere una gestione più trasparente delle commesse dirette in tema di appalti pubblici.. Per chi ancora non l’avesse fatto puo’ firmare qui:

 

E’ ora davvero di far sentire la nostra voce e mi raccomando, informatevi bene per un voto consapevole nel 2019.