INIZIATIVA CONTRO LA DISPERSIONE DEGLI INSEDIAMENTI: come voterete il prossimo 10 febbraio 2019?

0
89

Le zone edificabili sovradimensionate devono essere ridotte

In Svizzera si costruisce senza sosta e a farne le spese sono la natura e il paesaggio. Per contrastare la dispersione degli insediamenti occorrono regole severe.

Nel 2016 i Giovani Verdi hanno depositato l’iniziativa popolare per uno sviluppo insediativo sostenibile (Iniziativa contro la dispersione degli insediamenti).

Il suo obiettivo è congelare la superficie complessiva delle zone edificabili in Svizzera e ammettere nuove zone edificabili soltanto a condizione che altrove una superficie di dimensioni almeno equivalenti sia tolta dalla zona edificabile.

L’iniziativa intende inoltre sancire nella Costituzione quali edifici e impianti possono ancora essere costruiti fuori delle zone edificabili. Chiede infine che si migliori l’utilizzo delle superfici già edificate e che Confederazione, Cantoni e Comuni promuovano forme abitative e lavorative sostenibili.

Sarebbe interessante conoscere il parere del Consigliere di Stato Claudio Zali in merito all’attuazione in Ticino di questa iniziativa se fosse accettata.

Nel 2013 il Popolo si era già espresso sulla pianificazione

Nel 2013 il popolo aveva approvato la modifica della legge sulla pianificazione del territorio.

Secondo le nuove disposizioni, l’estensione delle zone edificabili deve soddisfare unicamente il fabbisogno prevedibile per 15 anni e le zone edificabili sovradimensionate devono essere ridotte.

I Cantoni stanno ora provvedendo all’attuazione di queste prescrizioni e, di riflesso, a una migliore protezione della natura e del paesaggio.

Consiglio Federale e Parlamento raccomandano un NO

È importante preservare la natura e il paesaggio, ma un rigido blocco delle zone edificabili non tiene conto dei bisogni della popolazione e dell’economia né tanto meno delle particolarità cantonali e regionali.

Laddove i terreni edificabili scarseggiano, aumenta inoltre il rischio che i prezzi delle abitazioni salgano ulteriormente.

Per gli iniziativisti invece chiedono al popolo un SI perché

L’ininterrotta dispersione degli insediamenti distrugge la natura e il paesaggio e sottrae terreni all’agricoltura. L’iniziativa vuole preservare il paesaggio e la qualità di vita tramite la garanzia per un utilizzo parsimonioso del suolo.

La domanda che figurerà sulla scheda

Volete accettare l’iniziativa popolare «Fermare la dispersione degli insediamenti – per uno sviluppo insediativo sostenibile (Iniziativa contro la dispersione degli insediamenti)»?

Pietro Righetti – Redazione TicinoResidenTI

Pubblicità