IMPOSTE ALLA FONTE : I COMUNI DI CONFINE (ITALIANI) ESULTANO

0
42
imposte alla fonte TicinoResidenTI
imposte alla fonte Italia TicinoResidenTI
- Pubblicità -
Il Consiglio di Stato ha deciso a maggioranza qualche giorno fa di versare tutta la quota di imposte alla fonte pagate dai lavoratori frontalieri nel 2017 all’Italia nei termini previsti del 30 giugno 2018.

La decisione ha visto il voto contrario dei due Consiglieri di Stato della Lega; ultimamente il Presidente del Consiglio di Stato Claudio Zali aveva infatti suggerito di “congelare” almeno una parte (25) di questi milioni (80) riversati all’Italia per impegnarli coerentemente e in accordo con la controparte nella realizzazione di opere infrastrutturali di uso e miglioramento comune tra Ticino e Comuni di frontiera.

Quindi ancora una volta ha prevalso la linea morbida di PPD -PS -PLR e il Governo di Bellinzona ha annunciato di aver “avviato trattative transfrontaliere con le Regioni Lombardia e Piemonte, per la stesura di un piano di interventi congiunto (una “roadmap”) nei settori infrastrutture, ambiente e mobilità”.

- Candidati Federali 2019 -

Quello che però il Governo sembra voler ignorare, come riportato ultimamente anche dai giornali italiani, è che in Italia l’impiego dei ristorni è di competenza degli enti locali e non può essere deciso né dalle Regioni né dallo Stato. Questo significa che un eventuale “roadmap” andrebbe concordata e firmata con i Comuni di frontiera che si guarderanno bene dal perdere tutti questi milioni gratis in entrata.

Se ci aggiungiamo che i due partiti al Governo in Italia, Lega e 5stelle, hanno già annunciato di voler cancellare in via definitiva gli accordi del febbraio 2015 …

Stefano Introzzi – Redazione TicinoResidenTI

#TicinoResidenTI #ristornifrontalieri #consigliodistato #imposteallafonte#frontalieri

P.S. Leggi i nuovi articoli anche sulla nostra pagina Facebook , partecipa alle discussioni e vota i nuovi sondaggi nel nostro gruppo Facebook ,  questa è casa tua.

- Pubblicità -