RISANAMENTO ILLUMINAZIONE PUBBLICA

2
5
illuminazione pubblica risanamento petizione a Novazzano
illuminazione pubblica risanamento petizione a Novazzano

Petizione

(Costituzione federale art. 33 : “Ognuno ha il diritto di rivolgere petizioni alle autorità, senza subirne pregiudizi”)
(Costituzione cantonale art. 8 lett. L : “sono garantiti il diritto di petizione alle autorità e di ottenere risposta entro un termine ragionevole”)

Risanamento illuminazione pubblica

Egregio signor Presidente,

gentili signore Consigliere Comunali, egregi signori Consiglieri Comunali,

con la seguente petizione si chiede al Consiglio Comunale di Novazzano quali aspetti, considerazioni tecniche, logiche ed economiche abbiamo supportato l’approvazione, con risoluzione nr. 59 della seduta del Consiglio Comunale del 6 novembre 2017, del credito di ben 661.000.- chf per il risanamento dell’ illuminazione pubblica con tecnologia led.

Premessa
– con messaggio municipale nr. 20/2017 del 29 agosto 2017 veniva sottoposto per esame e approvazione al Consiglio Comunale un credito per il risanamento dell’illuminazione pubblica con tecnologia led per il valore considerevole di chf . 661.000.-
– nella seduta del Consiglio Comunale del 6 novembre 2017, con risoluzione nr. 59, tale credito veniva approvato
considerato 
– l‘ illuminazione pubblica sul territorio di Novazzano pare essere efficiente e in stato ottimale di manutenzione dopo l’aggiornamento del 2010
– l’alternativa delle lampadine ai vapori di sodio permetterebbe di mantenere l’attuale struttura contemporaneamente offrendo un risparmio energetico comunque notevole rispetto alla tecnologia attuale ai vapori mercurio e ibrida ai vapori di sodio plug-in
– lo stesso fornitore nella sua offerta ci tiene a sottolineare che la tecnologia a led è giovane, non esistono ancora standard di fabbricazione a livello internazionale con le evidenti conseguenze del caso e soprattutto l’affidabilità non è ancora stata verificata sul campo , a differenza per esempio delle armature per lampadine ai vapori di sodio
vi chiedo 
– per quale motivo la scelta si è indirizzata verso una tecnologia che presenta degli svantaggi assodati e messi in luce dallo stesso fornitore nella stesura della sua offerta in luogo di una testata, conosciuta, molto meno costosa e con un altrettanto sicuro risparmio energetico rispetto alla situazione attuale come quella ai vapori di sodio tra l’altro attualmente indicata dalle direttive europee come la soluzione ottimale a medio lungo termine per l’aggiornamento degli impianti obsoleti ai vapori di mercurio?
– quante offerte sono state valutate considerando un importo così elevato dell’investimento e soprattutto un incidenza della manodopera superiore al 60% sul totale preventivato?
– la variante “a” a noleggio , citata nel messaggio municipale , si dice superiore alla variante “b” di 200.000.- chf . A che periodo di noleggio ci si riferisce per consentire il paragone? A quanto ammontano esattamente i costi di noleggio su base annuale per ogni nuova struttura?
– la tecnologia a led, in quanto giovane, avrà a breve termine un evidente evoluzione essendo il suo sviluppo tecnologico ancora in corso; non ritenete che questo rischi di vanificare tale importante investimento rendendolo obsoleto nel giro di pochi anni ?
– secondo il fornitore da voi scelto il risparmio sarebbe del 30/60% rispetto al consumo attuale delle lampadine ai vapori di mercurio. Le percentuali espresse sono talmente ampie e distanti da non consentire una efficace valutazione del risparmio effettivo e questo evidentemente perchè non esiste ancora una storia del prodotto che consenta una valutazione mirata. Quale sarebbe invece il risparmio con la sola sostituzione delle lampadine ai vapori di mercurio con quelle ai vapori di sodio che consentirebbero di mantenere inalterata l’intera struttura con un evidente risparmio sull’intero progetto per garantendo comunque un efficace risparmio energetico?
– viene inoltre indicato dal Municipio che “tutte le settimane si presentano rotture e agni intervento operato da AIL genera un costo non indifferente…“. A quanto ammontano esattamente questi interventi su scala annuale?
– viene inoltre indicato che alcune strade del nostro comprensorio sono già dotate della tecnologia led. Quanto è costato questo intervento negli anni? Quanto abbiamo dunque risparmiato su queste strade con la nuova tecnologia led, a consuntivo ?
 
Con ogni ossequio

P.S. Leggi i nuovi articoli anche sulla nostra pagina Facebook , partecipa alle discussioni e vota i nuovi sondaggi nel nostro gruppo Facebook ,  questa è casa tua.

Pubblicità

2 Commenti

  1. Di seguito risposta del Municipio di Novazzano del 25 maggio 2018 :

    Egregio signore,

    ci riferiamo alla petizione del 24 Marzo 2018 denominata ” risanamento illuminazione pubblica ”

    La informiamo innanzitutto che la risposta e stata demandata per competenza al Municipio dal consiglio comunale. ma coordinata con il presidente di quest’ultimo consesso.

    In risposta alle domande da lei poste le comunichiamo quanto segue:

    • la scelta di procedere alla sostituzione delle attuali lampade e dovuta a diversi motivi: dal profilo normativo le lampade attualmente in use non rispondono piu ai requisiti imposti dall’Ordinanza federale. In particolare le nostre lampade non sono piu prodotte e quindi acquistabili. Il passaggio a tecnologia LED e oggigiorno un passo quasi obbligato. Tutti i Comuni svizzeri si stanno dotando di questa tecnologia che permette un significativo risparmio energetico. Inoltre il Comune e stato recentemente insignito del Label Citta dell’energia e in questo ambito deve promuovere gli sforzi necessari per diminuire il più possibile il carico ambientale e di riflesso i consumi. Le nostre attuali lampadine sono divenute ormai vetuste, considerando una vita media di 5-10 anni e presentano diverse rotture che vengono fatturate da AIL per la loro sostituzione. Da notare che sul nostro territorio sono presenti delle lampade e dei candelabri che devono essere sostituiti in quanto non più rispondenti ai criteri di sicurezza attuali (per esempio lampade montate su vecchi pali in legno della linea aerea che oggi dovrebbe essere completamente interrata).

    • In merito al fornitore di questo servizio, la informiamo che non possiamo accedere al libero mercato in questo ambito. Non disponendo della propria Azienda elettrica, il Municipio di Novazzano ha da sempre quale partner le Aziende industriali di Lugano SA. In questo ambito siamo vincolati da un contratto per prestazione IP (Illuminazione pubblica) sottoscritto con AIL. Non ci e pertanto possibile valutare fornitori e soluzioni diversi da quanto presentato.

    • Noleggio: secondo “Mandato di prestazione IP” attuale, la durata del noleggio e di 25 anni ad un costo per tale progetto di CHF 20’565.10 / anno a cui va aggiunto il costo della manodopera per l’installazione. Da ciò e determinato un costo maggiore di ca. fr. 200’000.–.

    • Siamo convinti che la tecnologia sia in costante evoluzione; e un processo irreversibile. Per questo motivo anche il nostro Comune non può permettersi di “perdere il treno”. Una soluzione tecnologicamente più valida ci sara sempre, questo tuttavia non può influire sulla corretta gestione e manutenzione degli impianti comunali.

    • Sulla base delle informazioni contenute nel progetto definitivo elaborato da AIL e che segue la decisione del Consiglio comunale, possiamo indicare il risparmio del 43% sull’illuminazione delle strade (dato AIL).

    • Costi manutenzione: 2016: CHF 3’880; 2017: CHF 5’520 (trend in aumento in considerazione della vetusta).

    • E’ impossibile calcolare il risparmio attuale sulle strade già dotate della nuova tecnologia in quanto l’illuminazione pubblica è fatturata sul globale consumo di tutta la rete. Non e quindi possibile avere un riferimento preciso di singole zone, che può essere tuttavia quantificato in ca. il 43% del consumo.

    Gradisca, egregio signore, i nostri migliori saluti.

    PER IL MUNICIPIO

    Il Sindaco Il Segretario

    (S.Bernasconi) (A.Sala)

  2. Prendo atto della risposta del Municipio di Novazzano osservando quando segue:

    – la Petizione era indirizzata al Consiglio Comunale, organo che ha approvato il credito su richiesta del Municipio, unico destinatario della mia Petizione con sollecito di risposta

    – risponde il Municipio con le stesse argomentazioni che hanno in parte composto il messaggio Municipale, già a me conosciuto e sulla cui base nasce la mia Petizione rivolta al Consiglio Comunale.

    Lascio al lettore libera interpretazione di questa risposta tanto evasiva quanto incompleta, io un idea ben precisa me la sono fatta.

    P.s. molto interessante il passaggio sulle spese annuali di manutenzione che da sole giustificherebbero l’enorme investimento. ?