Gran Consiglio: Pronti, partenza…..Niente lascia presagire che i novanta ci daranno garanzia di vero rinnovamento

0
99
Gran Consiglio al via con i lavori
- Pubblicità -

«Lavorate, lavorate, lavorate per la gente»

Questo è stato l’appello della decana in seconda del Parlamento, Maristella Polli, che ha sostituto il decano di diritto, Attilio Bignasca indisposto, nel consueto discorso d’apertura.

Prima però Maristella Polli ha punzecchiato i suoi colleghi facendo loro presente che «Spesso lo scontento e l’amarezza hanno preso il sopravvento tra la gente» un appunto che riassume perfettamente la scorsa legislatura.

- Candidati Federali 2019 -

Maristella Polli ha quindi esortato i parlamentari a essere più disposti e «Per prima cosa, lasciare le liti e la maleducazione fuori da questa sala per il bene della politica»

Ma cosa deve fare il Gran Consiglio?

L’attività principale del Parlamento consiste nel legiferare: su preavviso di una sua Commissione, il Gran Consiglio adotta, modifica o respinge i progetti di legge e di decreto legislativo a lui sottoposti dal Consiglio di Stato (CdS) oppure per iniziativa del popolo, dei Comuni o dei deputati.

Inoltre, autorizza il prelevamento di imposte e di tasse, nonché il finanziamento delle spese. Discute e approva il bilancio preventivo annuale sottopostogli dal Consiglio di Stato. Esamina e approva annualmente i conti dello Stato e delle sue aziende. Procede alle nomine di sua competenza, in particolare quella dei membri dell’ordine giudiziario, ad eccezione dei giudici di pace.

Si riunisce mensilmente in seduta, tranne nei mesi di luglio e agosto. I verbali delle sedute parlamentari, così come le sedute stesse, sono pubblici.

Niente lascia presagire che i novanta ci daranno garanzia di vero rinnovamento

Tanti selfie e fotografie, ma niente sostanza. Tutto è semplicemente continuato dalla scorsa legislatura, con il solito controsenso di una richiesta in deroga ad una legge ben precisa, per dare posto nelle commissioni ai piccoli partiti che non hanno raggiunto il numero sufficiente di deputati per fare gruppo (quando va presa una decisione a favore dei TicinoResidenTI però non è mai possibile derogare o modificare una legge) e la solita richiesta di costituire una commissione speciale d’inchiesta inutile, tanto per sperperare i soldi dei contribuenti.

Nelle commissioni Generali sono finiti i soliti deputati con qualche faccia nuova per ovvi motivi di pochi sostituzioni e nuovi eletti. Qualcuno penserà o dirà “lasciateli lavorare e poi si vedrà”, ma il buongiorno si vede dal mattino e il mattino del 2 maggio scorso era piovoso.

I temi salienti che dovranno essere toccati in questa legislatura sono importanti

I più importanti che saranno da affrontare, ha ricordato Maristella Polli, saranno i premi delle casse malati e la pianificazione sanitaria, la mancanza di strutture e la creazione di posti di lavoro. Temi che toccano e segnano il vivere quotidiano di tutti i nostri TicinoResidenTI.

Teniamo alta la guardia TicinoResidenTI e pensate se sia il caso di istituire un Consiglio di TicinoResidenTI per stabilire se quello ufficiale ragiona veramente a favore dei cittadini.

Sarebbe interessante che il nostro Gruppo TicinoResidenTI si dotasse di un proprio parlamento, per determinare se il Gran Consiglio e i parlamentari sono veramente in sintonia con le aspettative dei cittadini.

Naturalmente i parlamentari TicinoResidenTI saranno alcuni nostri iscritti (assolutamente non noi amministratori). I “lavori”, sulla base degli ordini del giorno ufficiali, saranno effettuati a porte chiuse e non sul nostro gruppo o pagina.

Cosa ne pensate? Chi è interessato?

Pietro Righetti – Redazione TicinoResidenTI

#TicinoResidenTI #pietrorighetti  #granconsiglio #insediamento #lavoriparlamentari #elezioni2019

Metti “mi piace” alla nostra pagina Facebook TicinoResidenTI e iscriviti gratuitamente nel gruppo TicinoResidenTI; siamo la tua voce, questa è casa tua.

- Pubblicità -