DEMOCRAZIA IN PERICOLO: non è la dittatura della maggioranza…

0
55
Democrazia in pericolo
Democrazia in pericolo

Amnesty International asserisce che i diritti di tutti i cittadini sono in pericolo!!!

Democrazia in pericolo! Ma altresì che la «democrazia non è la dittatura della maggioranza», questo asserisce addirittura Amnesty International! «Indebolisce i diritti di tutti i cittadini», questa la conseguenza se dovesse essere approvata l’iniziativa per l’autodeterminazione…

Certo, la Costituzione Svizzera incorpora già le clausole per la salvaguardia dei Diritti Umani, ma queste possono essere «sospese» in qualunque momento!

Che rischio per la Democrazia… Ma alla luce dei fatti?

Democrazia in pericolo! Facile, anzi molto facile, fare leva sulle paure e sui timori. Ma quanto sono alti questi rischi così spudoratamente «paventati»?

Certo, noi tutti, anche camminando per la strada, ci assumiamo dei rischi: inciampare, battere la testa sul marciapiede e rimanere li a morire, perchè nella successiva ora non passerà nessuno.

Ancora peggio: un asteroide impazzito, cambia la sua traiettoria all’ultimo momento, si sbriciola nell’atmosfera ed uno dei frammenti ci colpisce. Morti sul colpo…

Tuttavia, si vedono solo ipotesi: un noto esponente della politica ticinese che «rivela» che l’iniziativa, mascherata con il nome di autodeterminazione, non è altro che un palese attacco alla Corte dei Diritti Umani. Amnesty International che dice che i diritti di tutti i cittadini verranno lesi e che la democrazia è in serio pericolo perchè un manipolo di masnadieri, una volta approvata l’autodeterminazione metterà personalmente mano alla Costituzione infischiandosene di tutto e di tutti e trasformerà la Svizzera in uno dei peggiori stati canaglia.

Neanche un fatto. Non si riesce a sentire neanche un’idea concreta e sensata… Solo democrazia in pericolo. Solo che sarà la fine delle libertà civili…

Ma leggendo le modifiche della proposta non sembra che la Democrazia sia in pericolo…

Democrazia in pericolo? Attacco alla Corte dei Diritti Umani? Perdonate, ma leggendo le modifiche di legge previste, non c’è traccia di alcun attacco diretto o indiretto…

Nessuna. Ma, magari, siamo noi a non capire e non vedere. Magari è qualcun altro che costruisce castelli su propri timori e proprie insicurezze. Non sembra così facile modificare la Costituzione, non sembra così facile «sospendere» i diritti costituzionali.

Per poi sottostare a chi? Ad un’Europa austera ed autoritaria? E la Democrazia, che non dovrebbe essere la dittatura della maggioranza?

Dovremmo, bocciando l’iniziativa per l’autodeterminazione, sottostare a questa UE? Accettarne i diktat e le imposizioni? Ha ragione Camilla Mainardi in un’intervista pubblicata proprio oggi a definirla una «Europa austera e autoritaria che detta regole ed entra a gamba tesa sulle sovranità (e le Costituzioni) nazionali»… Un’Europa gestita dalle élite tedesche e lussemburghesi totalmente a favore del sistema bancario e della propria egemonia. Un’Europa che, se fai qualcosa di diverso da quanto le egemoni Germania e Francia hanno deciso, ti smontano pezzo per pezzo e ti castigano?

A coloro che insistono che votando NO si possa, comunque, far valere la volontà popolare ricordiamo che l’iniziativa «prima i nostri» approvata dal popolo sovrano non è mai stata implementata perchè in contrasto con i trattati internazionali!

Speriamo proprio che la maggior parte dei votanti Svizzeri decida decidere per la propria libertà di scelta, non per le imposizioni

E ricordatevi di votare per il nostro sondaggio sull’autodeterminazione. Sia i Residenti con passaporto svizzero, sia i Residenti ancora con passaporto estero. Nessuna differenza…

Autodeterminazione SI o NO?

Francesco Crescimanno – Redazione TicinoResidenTI

Fonte fotografica: Google Images

#democraziainpericolo #menoliberi #ueminaccia  #autodeterminazione #TicinoResidenTI

p.s. venite a trovarci anche sul sito principale www.ticinoresidenti.ch e seguiteci anche sul profilo instagram https://www.instagram.com/ticinoresidenti/, siete i benvenuti

P.S. Leggi i nuovi articoli anche sulla nostra pagina Facebook , partecipa alle discussioni e vota i nuovi sondaggi nel nostro gruppo Facebook ,  questa è casa tua.

Pubblicità