COMMESSE DIRETTE : poca trasparenza e utilizzo ingiustificato?

0
118
COMMESSE DIRETTE : poca trasparenza e utilizzo ingiustificato?
COMMESSE DIRETTE : poca trasparenza e utilizzo ingiustificato?

La legge sulle commesse pubbliche

La Legge sulle commesse pubbliche (LCPubb) , legge sulla quale si basano i principi di giusta e rigorosa attribuzione delle commesse pubbliche, cita e promuove nei suoi principi generali :

  • la disciplina trasparente della procedura per l’aggiudicazione di ogni genere di commesse pubbliche
  • la promozione di un’efficace e libera concorrenza tra gli offerenti
  • la garanzia di parità di trattamento tra tutti gli offerenti nonché un’aggiudicazione imparziale, a pari qualità
  • la promozione dell’impiego parsimonioso delle risorse finanziarie pubbliche

Fatte queste giuste premesse e considerati gli elenchi disponibili anche online per tutti i Comuni del comprensorio (e in particolare la lista delle commesse pubbliche attribuite direttamente dallo Stato ad incarico diretto per milioni e milioni di franchi), mi chiedo veramente perchè non si possa optare per l’attribuzione di appalti pubblici con scelte più trasparenti e favorevoli alla concorrenza con sicuro risparmio da parte della Amministrazione pubblica in un regime di libero mercato.

Maggior trasparenza

Come ho già avuto modo di sostenere in altre occasioni come semplice cittadino, in particolare nel mio Comune a Novazzano coadiuvato da una petizione ad hoc, ritengo che il ricorso troppo spesso a tale attitudine, ancorchè tutelata dalla legge, rischi di confondere e discriminare il contribuente considerata la poca trasparenza nella procedura di aggiudicazione dei lavori.

Mi chiedo inoltre come possano venire attribuiti degli incarichi direttamente a soggetti specifici scelti in modo unilaterale dall’Autorità preposta senza valutarne l’economicità, a parità di efficienza, rispetto ad altri attori, non potendo valutare varie offerte attraverso appositi preventivi economici da confrontare.

Forse che la pubblica amministrazione non debba in qualche modo (e a maggior ragione ) tutelare i nostri contributi erogati in tasse per perfezionare e garantirci acquisti intelligenti ed economicamente favorevoli?

Credo davvero sia arrivato il momento di ascoltare di più le esigenze dei residenti di questo Cantone, anche su un argomento cosi delicato, ed ottemperare a criteri di trasparenza e collegialità richiesti a gran voce dai TicinoResidenTI e dalle utenze sul territorio che dovrebbero tutte poter beneficiare delle commesse pubbliche con apposite gare d’appalto vedendo il ricorso al metodo ad invito e ad incarico diretto ristretto a vere e proprie eccezioni giustificate e giustificabili. Sempre.

Stefano Introzzi candidato nr. 1 lista 16 – UDC – Gran Consiglio 

#TicinoResidenTI #ticinesi  #gruppoticinoresidenti #commessepubbliche #stefanointrozzi #udc #mercatodellavoro #commessedirette #cantonali2019

Foto: fonte Google

Sei residente in Canton Ticino? Vota i nostri candidati per il Gran Consiglio, lista UDCStefano Introzzi  nr. 1 – lista 16 e Pietro Righetti nr. 51 – lista 16. Metti “mi piace” alla nostra pagina Facebook TicinoResidenTI e iscriviti gratuitamente nel gruppo TicinoResidenTI; siamo la tua voce, questa è casa tua.