COESIONE MILIARDARIA, adesso il giochino diventa pesante.

0
223
coesione miliardaria
coesione miliardaria

Si temeva che il miliardino poteva essere gettato alle ortiche o giocato al monopoli dell’europa discoesa.

Un altro miliardino concesso all’europa, nella speranza di una clemenza su un accordo quadro che non s’à da fare.

Si dice anche che però “un gioco è bello quando dura poco” e per poco s’intende meno di 20 anni e vien da chiedersi quanto tempo occorra a questi paesi ormai non più di nuova adesione, per essere coesi.

Nella cattiva sorte, sarebbe bello che quelle opere e infrastrutture necessarie a questi paesi e finanziate dal miliardino fossero anche commissionate ad imprese e organizzazioni Svizzere. Invece no la Svizzera paga e l’europa tutta gode.

Un miliardo di franchi che corrisponde al deficit annuale attuale dell’AVS.

Un miliardo di franchi che farebbe proprio comodo anche ai Cantoni alle prese con una socialità sempre più attanagliante e ad investimenti in infrastrutture, a causa della libera circolazione delle persone.

Che dire poi del Cantone Ticino che ospita ogni giorno 65’000 frontalieri, 65’000 persone tra i 500’000 disoccupati delle regioni a noi confinanti, a scapito dei nostri residenti che devono stare a guardare e dividere in cinque un tozzo di pane raffermo per andare avanti.

Un Cantone che per sopperire alle mancanze del paese confinante, deve investire anche per consentirgli di finire le loro opere che servono e urgono.

Se questo non è un altro, un ennesimo aiuto di coesione verso l’europa, come lo si potrebbe chiamare in altro modo?

Un altro nodo al fazzoletto, perché l’autunno 2019 non è poi così lontano.

Pietro Righetti – Redazione TicinoResidenTI

#TicinoResidenTI #pietrorighetti  #coesionemiliardaria #consigliofederale #avs  #miliardocoesione #europa

p.s. venite a trovarci anche sul sito principale www.ticinoresidenti.ch e seguiteci anche sul profilo instagram https://www.instagram.com/ticinoresidenti/, siete i benvenuti

P.S. Leggi i nuovi articoli anche sulla nostra pagina Facebook , partecipa alle discussioni e vota i nuovi sondaggi nel nostro gruppo Facebook ,  questa è casa tua.

Pubblicità