CLASSE DIRIGENTE : DISTRATTA E DISTANTE DALLA BASE

0
4
classe dirigente TicinoResidenTI
classe dirigente politica TicinoResidenTI

“… CHE IL NOSTRO PIANGERE FA MALE AL RE, FA MALE AL RICCO E AL CARDINALE, DIVENTAN TRISTI SE NOI PIANGIAM…”

A coloro che hanno qualche anno e che ricordano il cabaret e la canzone impegnata, anche se ironica, sarà stato facile riconoscere “Ho visto un re”… Canzone politico-satirica portata al successo da Enzo Jannacci e dai Gufi alla fine degli anni ’60 e propagata, poi, nel tempo.
Canzone, però, scritta – testi e musica – da un certo signore scomparso nel 2016 di nome Dario Fo…

Canzone amara nei suoi testi, ma attualissima, nonostante i 50 anni d’età.

Attualissima, si. Perchè sembra che, nonostante il mezzo secolo, niente sia cambiato nella sensazione che “la base” prova…

Che sempre allegri bisogna stare, che il nostro piangere fa male al re, fa male al ricco ed al cardinale, diventan tristi se noi piangiam…

Come oggi, anche allora, sembrava che la classe dirigente – re, cardinale, ricco – si lamentino per banalità, facendo finta di non vedere i problemi delle persone “normali”, facendo finta di non vedere la fatica che si fa, giorno per giorno… Quanto sia difficile lottare per arrivare a fine mese, dovendo combattere con costi sempre maggiori e proposte assurde…

A volte viene spontanea la domanda: come si fa a proporre assurdità come la proposta di alzare la franchigia delle casse malati a 10’000 franchi? Certo, per chi ne prende oltre 10’000 al mese, non è un gran problema…

Come si fa a non considerare che la comunicazione, oggigiorno, può passare attraverso innumerevoli strumenti e che le parole che si pronunciano, vengono puntualmente riportate? Tutte, però… Quindi, perchè si asseriscono dei concetti e 15 giorni dopo, in occasione della Festa Nazionale, si dice l’esatto contrario, tentando di blandire i sentimenti delle persone? L’allusione ad un certo Consigliere Federale è chiara…

Ma, crediamo, la situazione rispetto a 20 o 30 anni fa è cambiata… La base sa, oramai, riconoscere chi merita fiducia nella classe dirigente e chi merita di essere madato a casa. Siamo bombardati da informazione scorretta e parziale, ma abbiamo anche occhi, smartphone e videocamere per diffondere e ricordare quanto vediamo… Abbiamo i “social media” che ci permettono di poter interagire, scambiare opinioni, confrontarci, ma, anche, smascherare gl’imbroglioni…

Noi di TicinoResidenTI siamo convinti dei sentimenti e delle ideee di chi ama la nostra regione. Sappiamo che, da voi, da chi ci segue possono venire idee e strategie vincenti che ci permettano di risollevare la testa e di sentirci ascoltati dalla classe dirigente …

Quindi, TicinoResidenTI, forza! Parlate! Fatevi sentire! Dite la vostra, con pacatezza e civiltà naturalmente, ma ditela…
Altrimenti… STATE ALLEGRI…

Francesco Crescimanno – Redazione TicinoResidenTI

#TicinoResidenTI #ilnostropiangere #discussioneaperta #noicisiamo

P.S. Leggi i nuovi articoli anche sulla nostra pagina Facebook , partecipa alle discussioni e vota i nuovi sondaggi nel nostro gruppo Facebook ,  questa è casa tua.

Pubblicità