CAPRARA : “la Svizzera non puo’ permettersi di fare la voce grossa”

0
78
Caprara sostiene Lombardi e il miliardo di coesione
Caprara sostiene Lombardi e il miliardo di coesione

Netta presa di posizione di Caprara

Sorprende ma non tutti l’uscita improvvida del Presidente del PLR Caprara (e impopolare, considerando che per ora è l’unico politico di spicco ad essersi pubblicamente schierato a favore) che con un articolo sul Corriere del Ticino difende l’operato del Senatore PPD Filippo Lombardi nella scelta di regalare a Bruxelles oltre un miliardo dei nostri soldi senza alcun ritorno o contropartita tangibile da parte dell’Europa.

Caprara non solo si schiera apertamente a favore di questa scriteriata scelta ma addirittura sottolinea nel suo articolo come la Svizzera non possa permettersi di fare la “voce grossa” con l’Unione Europea in una sorta di complesso di inferiorità tutto PLR mostrato ed esibito anche a Berna in questi anni.

Cosa abbiamo ricevuto regalando il primo miliardo?

Sarebbe davvero interessante che si facesse un analisi dettagliata di quello che la Svizzera ha ottenuto dall’Europa dal primo miliardo di “coesione”, prima di regalare il secondo. Qualche critica in più al nostro voto del 9 febbraio? Qualche altra sentenza di giudici stranieri che ha palesemente e bellamente scavalcato la nostra giustizia in nome della libera circolazione ? Altro di fiero interesse patriottico? Chissà quanto l’Europa se la ride pensando agli “svizzerotti” che pagano senza nulla pretendere in nome di rapporti di buon vicinato che sanno di tutto fuorchè di parità e lealtà di intenti…

La posizione di Marco Chiesa

Marco Chiesa, autorevole esponente UDC e Consigliere Nazionale, commenta le parole di Caprara commentando “non sono sorpreso della sua posizione, è la posizione classica del PLR anche a Berna. Un complesso di inferiorità che ad ogni occasione è orgogliosamente ribadito. Nel 1992, sentendo queste persone e i loro partiti, avremmo dovuto fallire se non avessimo votato lo Spazio economico europeo, nel 2009 avremmo perso la faccia e gli affari con gli arabi se avessimo votato contro l’edificazione dei minareti, oggi ci autodistruggeremmo se daremo la priorità rispetto alla nostra Costituzione. L’autodeterminazione non è proprio nelle corde di questi rappresentanti del popolo. Il disegno è chiaro. Si chiama adesione all’Unione europea. Oggi lo nascondono ben bene ma continuano a ossequiare Bruxelles basti pensare a come hanno sovvertito le decisioni del popolo riguardo alla libera circolazione delle persone. Hanno trasformato i contingenti, i tetti massimi e la preferenza indigena nell’obbligo di notificare i posti di lavoro agli uffici di collocamento dove anche i frontalieri possono iscriversi. Un sabotaggio indecente con il pretesto che la Costituzione è secondaria rispetto al diritto internazionale e che non potevamo irritare i nostri amici europei. Il Popolo può esprimersi, lo dicono sempre, ma poi loro non lo ascoltano e correggono le sue decisioni. Per me è fondamentale non indebolire la nostra democrazia diretta e ribadire forte e chiaro che chi è sovrano in Svizzera sono le cittadine e i cittadini non la “classe politique” che vorrebbe convincerci di potersi prendere cura di noi meglio di quanto possiamo fare noi stessi!

Marco Chiesa sostiene l'autodeterminazioneGrazie ai politici che ancora sostengono la volontà popolare nella speranza che al più presto la democrazia diretta e la volontà popolare vengano ripristinate.

Ancora per qualche giorno, grazie per votare il nostro sondaggio sull’autodeterminazione. Sia i Residenti con passaporto svizzero, sia i Residenti ancora con passaporto estero. Nessuna differenza…

Autodeterminazione SI o NO?

Stefano Introzzi – Redazione TicinoResidenTI

#TicinoResidenTI #ticinesi  #UDC #marcochiesa #caprara #lombardi #miliardocoesione #europa #PLR  #PPD 

Foto: fonte google

p.s. venite a trovarci anche sul sito principale www.ticinoresidenti.ch e seguiteci anche sul profilo instagram https://www.instagram.com/ticinoresidenti/, siete i benvenuti

P.S. Leggi i nuovi articoli anche sulla nostra pagina Facebook , partecipa alle discussioni e vota i nuovi sondaggi nel nostro gruppo Facebook ,  questa è casa tua.

Pubblicità