BALA I RATT: l’INVIDIA che ti blocca l’accordo sui frontalieri

2
397
Bala i Ratt : con Invidia e la sua mozione
Bala i Ratt : con Invidia e la sua mozione

Bala i ratt .. e l’Invidia cresce

A qualcuno nei giorni scorsi il Deputato dei 5stelle Niccolò Invidia ha fatto venire il sorriso dopo la riesumazione dell’infelice campagna UDC “Bala i ratt” di qualche anno fa contro la crescita incontrollata dei frontalieri in Ticino.

Caduta di stile ? Supponenza? Distrazione ? Sta di fatto che oggi il giovane parlamentare di Varese del Movimento 5stelle, in tandem con il suo collega Giovanni Currò di Como, con una mozione al parlamento italiano hanno definitivamente trasformato quel sorriso in un lungo magone sommesso.

Congelamento dell’accordo sui frontalieri

I due hanno infatti allo stato attuale bloccato l’accordo sui frontalieri, dopo anni di discussioni e trattative tra le due nazioni, con una semplice mozione basata su loro osservazioni godendo della privilegiata posizione abitativa confinante (con conseguente bacino di elettori frontalieri...)

Di seguito la festosa osservazione dei due deputati: “Oltre ad aver ottenuto il blocco della discussione parlamentare sull’accordo che andava a colpire ingiustamente i frontalieri, nell’ambito della manovra di Bilancio 2018, in sede di commissione Finanze, abbiamo presentato un emendamento per i sussidi di disoccupazione dei frontalieri“.

E noi qualche domanda ce la facciamo

Ora, senza entrare nel merito della qualità dell’azione dei due le cui motivazioni saranno sicuramente nobili al di là dell’enorme ritorno di immagine personale, ma noi chiediamo alla nostra classe dirigente come elettori residenti:

  • per quale motivo vi fate mille problemi verso l’Italia quando c’e’ da fare un blocco dei ristorni o una qualsiasi altra azione “di forza” per far valere le nostre ragioni e i nostri interessi come residenti?
  • vi sembra che dall’altra parte si facciano scrupoli a difendere i loro elettori?
  • perchè non ascoltate le nostre esigenze e non le fate valere davanti al mondo come hanno fatto questi due rappresentanti del popolo senza porsi il benchè minimo problema del riflesso delle loro decisioni oltreconfine ?
  • fino a quando ci sarà questa sudditanza verso l’estero ?
  • fino a quando regaleremo i nostri miliardi agli amici in nome di una serena convivenza di buon vicinato accorgendoci solo in fondo alla scala che i gradini sono finiti e la strada per cui abbiamo pagato è diventata un precipizio?

Gente “con le palle“, che fa gli interessi dei propri elettori : “Così come è stato redatto e sottoscritto dalle due delegazioni non va bene, essendo troppo punitivo nei confronti dei frontalieri“. Punto. Tre anni di trattative, mille problemi a tirar su la testa, bellamente risolti in una riflessione; dall’altra parte del confine però.

Stefano Introzzi – Redazione TicinoResidenTI

#TicinoResidenTI #ticinesi  #niccoloinvidia #accordofrontalieri #ristorni #giorvannicurro

Foto: fonte Google

Sottoscrivete la Petizione

Grazie TicinoResidenTI per le più di 100 firme pervenute in soli due giorni a supporto della nostra petizione al Parlamento Ticinese per richiedere una gestione più trasparente delle commesse dirette in tema di appalti pubblici.. Per chi ancora non l’avesse fatto puo’ firmare qui:

 

E’ ora davvero di far sentire la nostra voce e mi raccomando, informatevi bene per un voto consapevole nel 2019.

Pubblicità

2 Commenti