AMMANETTATI: accettare il Diritto Europeo significa questo… Scenari «complicati» in arrivo?

0
207
AMMANETTATI
AMMANETTATI: accettare il Diritto Europeo significa questo... Scenari «complicati» in arrivo?

AMMANETTATI. E senza possibilità di scampo! Prepariamo a tempi molto duri…

Ammanettati. Molto ammanettati.

La recentissima sentenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea riguardo i casi di dumping salariale in Austria ha un significato molto preciso: nazioni non potete proteggervi, popoli siete destinati a soccombere al neoliberismo imperante!

Quindi, un altro ostacolo che si frappone al famigerato «Accordo Quadro» che l’UE vuole assolutamente, ma che, per la stessa UE, ha, come imprescindibili condizioni, la caduta delle misure di accompagnamento e della regola degli 8 giorni.

Non dimentichiamo che le misure di accompagnamento sono, già di per se, molto deboli e facilmente aggirabili, soprattutto se i controlli da parte delle Istituzioni sono labili e se i CCL sono “facoltativi”.

Cosa è successo?

I vicini austriaci negli scorsi mesi hanno rilevato un caso di dumping salariale commesso da un’azienda slovena che aveva avuto un appalto in Austria. La decisione, quindi, era stata una sanzione all’azienda colpevole ed il blocco dei pagamenti.

Naturalmente, il caso è stato portato davanti alla Corte di Giustizia dell’Unione Europea, la cui sentenza è stata di condanna dell’operato austriaco, poichè queste misure sono incompatibili con il Diritto Europeo.

Ammanettati, ovvero quali conseguenze per la Svizzera ed il Ticino?

Nefaste, naturalmente… Vorrebbe dire che, in qualunque caso, anche se i lavoratori venissero sfruttati e malpagati o – addirittura – sottopagati, dovremmo chinare la testa e dire si…

Prepariamoci alla morte del mercato del lavoro, soprattutto in Ticino.

Questi sarebbero i vantaggi del neoliberismo? Queste sarebbero le condizioni in un modello di società, quella fortemente voluta dall’UE e dalla Germania in particolare, con finanza e industria al centro di ogni qualsivoglia decisione?

Il futuro? Elysium… Ammanettati e sfruttati.

Quale futuro avremo, quindi?

Chiunque abbia visto il recente film Elysium si sarà reso conto delle analogie… Una casta di pochissimi ricchi che, nel film vivono in una stazione orbitante ipertecnologica e con macchinari medici straordinari. E, poi, il resto dell’umanità, sulla terra in megalopoli trattati come schiavi dall’elite, in condizioni da post guerra nucleare, dove la considerazione dell’elite per la vita degli “schiavi” è inferiore a quella che la stessa elite ha per i robot…

Dovremmo accettare le imposizioni ed danni relativi?

Per i nostri governanti a Berna, va tutto bene… Sono piccoli problemi. Qualcuno dice che abbiamo ben 2 strumenti per non accettare, già adesso, le imposizioni:

  1. I trattati devono essere ratificati dal Parlamento;
  2. Come cittadini, possiamo indire iniziative e referendum.

Peccato che, per il primo punto, quello che pensa la base, ovvero la popolazione, non conti più niente, se non in occasione delle elezioni, con relativo sperpero di parole e promesse.

Per il secondo punto, sarebbe bene ricordare a certi esponenti politici, che nel 2014 è stata approvata, dal popolo, una modifica impositiva al governo della Confederazione riguardo la «libera circolazione»… Risultato: lettera morta, perché in contrasto con il Diritto Europeo!

Giudicate, voi…

p.s. venite a trovarci anche sul sito principale www.ticinoresidenti.ch e seguiteci anche sul profilo instagram https://www.instagram.com/ticinoresidenti/, siete i benvenuti

P.S. Leggi i nuovi articoli anche sulla nostra pagina Facebook , partecipa alle discussioni e vota i nuovi sondaggi nel nostro gruppo Facebook ,  questa è casa tua.