AMALIA MIRANTE: “Con Amalia” ci crede. Il cambiamento è ancora possibile!

0
171
Anche noi con Amalia

Come amici di Amalia ci proveremo fino alla fine

Il cambiamento è ancora possibile, ma per realizzarlo ci serve il tuo aiuto. In questi mesi la nostra Amalia ci ha fatto conoscere un modo diverso di fare politica, ci ha portato idee e un approccio diverso ai problemi del nostro Cantone. Come amici di Amalia ci proveremo fino alla fine, perché tutti noi ci meritiamo un Consiglio di Stato all’ascolto dei cittadini.

Prima che sia troppo tardi

Troppi giovani ticinesi sono costretti a cercare lavoro oltre Gottardo o a fare lavoretti a ore per cui sono troppo qualificati. La nostra Amalia sa che se non diamo ai nostri giovani un lavoro e una possibilità concreta di farsi la loro vita il nostro Cantone non avrà un futuro. Lo Stato deve usare tutti i mezzi a propria disposizione prima che sia troppo tardi.

Permettere a tutti gli anziani di avere sufficiente libertà e autonomia

Per molti pensionati entrare in casa anziani comporta una perdita importante di autonomia finanziaria. In un momento della vita già difficile per le persone, lo Stato dovrebbe cercare di interferire il meno possibile con le libertà degli anziani. La nostra Amalia pensa che le regole attuali siano troppo restrittive e si adattino poco alle diverse situazioni. Per questo crede che vadano cambiate, cercando di permettere a tutti di avere sufficiente libertà e autonomia.

Quali i problemi della scuola ticinese?

47 milioni di franchi in iPad e WIFI con tutti i problemi della scuola ticinese? È sicuramente un buon affare per qualcuno, non certo per scuola, docenti, allievi e genitori. Come sempre la nostra Amalia mette il dito nella piaga. Allocare risorse in questo modo significa far finta di capire di cosa ha bisogno la nostra scuola. Aria di elezioni? Sì, ma si sta esagerando.

I nostri ragazzi hanno bisogno delle basi

Sulla scuola la nostra Amalia ha le idee chiare. Bisogna finirla di caricare la scuola di missioni che non deve avere. Ricominciamo dall’insegnamento basilare perché i nostri ragazzi hanno bisogno di avere le basi che permetteranno loro di affrontare la vita con i giusti mezzi.

In Ticino è ancora nulla di fatto sui salari minimi

A quattro anni dall’approvazione dell’iniziativa “Salviamo il lavoro” in Ticino è ancora nulla di fatto sui salari minimi. Mentre i partiti litigano, chi guadagnava 12 Fr. all’ora 4 anni fa, continuerà a guadagnare 12 Fr. all’ora. La perdita per queste persone sarà di almeno 60’000.— franchi. La nostra Amalia non ci sta. Come va dicendo da settimane bisogna raggiungere un accordo e porre fine alla corsa al ribasso dei salari

Pietro Righetti – Redazione TicinoResidenTI

#TicinoResidenTI #pietrorighetti  #elezioni2019 #amaliamirante  #ventonuovo #consigliodistato

Sei residente in Canton Ticino? Vota i nostri candidati per il Gran Consiglio, lista UDCStefano Introzzi  nr. 1 – lista 16 e Pietro Righetti nr. 51 – lista 16. Metti “mi piace” alla nostra pagina Facebook TicinoResidenTI e iscriviti gratuitamente nel gruppo TicinoResidenTI; siamo la tua voce, questa è casa tua.